Archivi tag: Iqbal Masih

Il sogno di Iqbal

(Intervista uscita anche su “Avvenire” di oggi)

Iqbal Maish (1983-1995)
Iqbal Masih (1983-1995)

“Nessun bambino dovrebbe mai lavorare. Gli unici strumenti di lavoro che un bambino dovrebbe tenere in mano sono penne e matite”. Il messaggio universale di Iqbal Masih, lanciato nel corso di una conferenza a Stoccolma nel 1994, è finora rimasto soltanto un sogno. A soli 12 anni, il piccolo sindacalista pakistano era già diventato un simbolo planetario della lotta allo sfruttamento del lavoro minorile e della ribellione contro l’infanzia negata nei paesi del sud del mondo. Di anni Iqbal ne aveva appena quattro, quando fu mandato dalla sua famiglia a lavorare in una fabbrica di tappeti, incatenato a un telaio dodici ore al giorno, per un salario pari a tre centesimi di euro attuali. A causa del duro lavoro e dell’insufficienza di cibo, Iqbal non era cresciuto correttamente: a dieci anni aveva già il volto di un vecchio e le mani devastate; a dodici aveva il peso e la stazza di un bambino di sei. Quando cercava di fuggire dalla fabbrica, veniva picchiato e gettato in un pozzo privo d’aria. Ma un giorno del 1992 assistette a una manifestazione organizzata dal Fronte di liberazione dal lavoro schiavizzato (BLLF) e improvvisò un discorso per denunciare le condizioni di lavoro dei bambini nelle fabbriche di tappeti. Fu l’inizio della sua nuova vita: con l’aiuto di Ehsan Khan, leader del sindacato, tornò libero e cominciò a raccontare la sua storia alle televisioni, e nelle conferenze internazionali sui diritti negati all’infanzia. Sognava, Iqbal, di diventare avvocato per poter difendere i bambini dallo sfruttamento. Prima che la mafia locale lo uccidesse nel 1995, riuscì a sollecitare una pressione internazionale sufficiente a far chiudere decine di fabbriche di tappeti, liberando circa tremila piccoli schiavi come lui. La sua toccante storia è raccontata da Andrew Crofts, già autore di opere di grande successo, nel libro “Il fabbricante di sogni”, appena uscito per Piemme. Una biografia sotto forma di romanzo basata sull’accurato lavoro d’indagine effettuato sul campo dallo scrittore statunitense. Continua…