La Sterlina perde la “Britannia”

di Riccardo Michelucci
da “Avvenire” del 30 aprile 2008

Britannia, addio. Uno dei simboli più potenti dell’identità britannica ha resistito tre secoli e mezzo di fronte a eserciti stranieri, rivolgimenti interni e guerre civili, per essere infine cancellato dalla penna e dalla fantasia di un giovane grafico. Dalla prossima estate a Londra e in tutta la Gran Bretagna cominceranno a circolare le sterline di nuovo conio, completamente ridisegnate dal Royal Mint, la zecca reale di Sua Maestà. Un restyling che mancava da quarant’anni, da quando nel 1968 fu introdotto il sistema decimale, ma che in epoca moderna non era mai stato così innovativo: sul retro le monete recheranno sempre l’effigie della regina Elisabetta ma sparirà del tutto l’amata immagine di Britannia, la divinità antropomorfa inventata dai romani duemila anni fa e introdotta per la prima volta sul quarto di penny da Carlo II nel 1672. L’altra novità di rilievo riguarda il Royal Shield, lo scudo araldico che racchiude i simboli delle quattro nazioni del Regno Unito: comparirà intero solo sul retro delle monete da una sterlina, mentre sarà letteralmente fatto a pezzi negli altri sei tagli. I tre leoni inglesi, il leone scozzese, l’arpa irlandese e il dragone gallese daranno vita a un puzzle che farà la gioia dei numismatici ma non ha mancato di scatenare l’ira dei tradizionalisti. Perché il pound è ancora a tutti gli effetti il fulcro dell’orgoglio nazionale inglese, sia per il tradizionale euroscetticismo d’Oltremanica, sia perché con la nascita dell’euro la sterlina è diventata la moneta più antica ancora in circolazione. Matthew Dent, creativo 26enne originario del Galles, passerà alla storia come l’autore dell’ultimo restyling, quello che ha scardinato l’iconografia imperiale con conseguenze probabilmente irreversibili. È lui il vincitore di un concorso pubblico durato tre anni nel quale più di quattromila concorrenti si sono sfidati provando a disegnare la nuova immagine della sterlina. Comprensibilmente su di giri, il giovane ha spiegato che era sua intenzione “incuriosire e suscitare un sorriso, creando un disegno adatto ai bambini e al pubblico di un pub”. Ma la filosofia del nuovo conio era stata anticipata nel gennaio scorso dal premier Gordon Brown in persona, con parole che lasciavano presagire una piccola rivoluzione culturale. “Dobbiamo rinnovare i simboli nazionali per rappresentare al meglio la diversità britannica”, aveva detto il successore di Tony Blair, che per lunghi anni è stato anche Cancelliere dello Scacchiere. Così, prima ancora che il Royal Mint rendesse pubblico il lavoro del designer gallese, gli ambienti più conservatori si sono scatenati in difesa dell’‘orgoglio tradito’ della Nazione, decisi a non rinunciare dopo 336 anni a un simbolo paragonabile alla torre Eiffel per i francesi e alla statua della Libertà per gli Stati Uniti. Il tabloid Mail on Sunday, secondo quotidiano per copie vendute in tutta l’Inghilterra, ha lanciato la campagna “Save Britannia”, per convincere il governo a tornare sui suoi passi, e ha raccolto decine di migliaia di adesioni in meno di un mese. Da più parti sono arrivate critiche feroci e giudizi impietosi, con storici, politici e creativi impegnati a rincarare la dose di polemiche. La figlia di Christopher Ironside, il grande artista che su incarico della regina Elisabetta ridisegnò completamente la sterlina nel Secondo Dopoguerra, ha dichiarato all’Independent che suo padre si sta rivoltando nella tomba. “Oggi è un giorno estremamente triste per tutto il Regno Unito”, ha invece commentato prosaicamente lo storico Andrew Roberts, subito dopo l’annuncio della scomparsa di Britannia dalla moneta. Ma il nuovo conio ha ricevuto l’approvazione da parte della regina e il coro dei delusi non è riuscito a spostare di una virgola il progetto di rinnovamento delineato dal governo. Anche perché i più pragmatici si sono resi conto che la nuova moneta allontana ulteriormente il vero spauracchio di gran parte degli inglesi: l’ingresso di Londra nell’area euro, favorito dal progressivo indebolimento della sterlina, che a metà aprile ha toccato il minimo storico sulla moneta unica. Ma una svolta del genere dovrà passare attraverso un referendum nazionale il cui esito appare ancora oggi scontatissimo.

Un pensiero su “La Sterlina perde la “Britannia””

  1. Most individuals are acquainted w/ NetMeeting and other software that let you talk to others more than the web. VOIP is similar. However, it also utilizes your telephone – the interface we’re all familiar with.

    Does the supplier have a quantity portability coverage? Nearly everything in technologies is transportable nowadays. Your get virtual sms number should be too. A assured supplier will give you the option of taking your quantity with you ought to you choose to leave their services. A company that is not assured in their service may vacation resort to holding your get virtual sms number hostage in order to keep you from heading somewhere else.

    Proprietary systems are easy to outgrow: Including more telephone lines or extensions frequently demands costly hardware modules. In some cases you require an completely new phone system. Not so with an IP PBX: a standard pc can easily deal with a big quantity of telephone traces and extensions – just include much more telephones to your community to broaden!

    Which delivers up updating the app; sadly with Aspect-loading it’s a onetime installation, you can’t update this way. But hopefully by then Amazon will have it integrated into their catalog. the only remark I have on that is they have apps currently in the catalog inquiring to be up to date that are not even accessible however. Amazon needs to stage up their app library game fairly badly. I can’t even buy a non-free edition of Angry Birds.

    One thing most people hate about moving into a new house is not the difficult labor of lifting containers all working day lengthy; it’s getting to contact the phone business to disconnect and reconnect their telephone services. It’s a trouble and there are usually charges related. Simply because VoIP is linked to a high-pace internet link and not the conventional land line, it gets to be almost as portable as a mobile telephone. Essentially, customers can consider their telephone quantity anyplace they transfer; and even if it’s just for a weekend getaway.

    There are family plans, bundle deals and even business packages accessible. The options and selection of deals accessible are what tends to make the video telephone of today a much less expensive option to our landline telephones of yesterday. The image high quality is extremely great and there are no distortions like you might get on some other telecommunication tools. The picture is so clear that you can actual see the track record of the person you are talking to. With all these advancements in technologies, I am wondering what is in store for us in the long term next?

    http://ro4fun.net/forum/index.php?action=profile;u=113

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

il blog di Riccardo Michelucci