Memorie della resistenza antifranchista

Rivive su internet la memoria degli anni terribili dell’assedio di Madrid, durante la guerra civile spagnola, grazie a una bella iniziativa del ministero della cultura spagnolo. È così liberamente visitabile il cosiddetto “Archivio Rojo”, cioè l’archivio fotografico raccolto durante la propria missione dal generale Vicente Rojo dell’esercito repubblicano, comandante in capo delle forze che difesero Madrid dal lungo assedio franchista. Uno straordinario viaggio nell’epoca tremenda della guerra civile spagnola, scoppiata quando il governo di sinistra della Repubblica iberica democraticamente eletto fu sfidato dal colpo di stato del generale Franco. Il dittatore dopo tre anni di sanguinosa, brutale guerra vinse con l’appoggio militare determinante di Germania e Italia. L’archivio contiene foto in gran parte inedite, rese pubbliche soltanto adesso: facciate di splendidi edifici semidistrutte dai bombardamenti, soldati e volontari che si confortano con uno spuntino e un bicchiere di vino prima della battaglia, il panico e le vittime dei bombardamenti, la vita quotidiana, i bambini feriti dalle schegge delle bombe. Dopo la legge sulla memoria storica approvata lo scorso anno, la Spagna dimostra ancora una volta, con questa piccola ma importante iniziativa, di essere capace di fare i conti con la propria memoria traendo i corretti insegnamenti dagli errori – e dagli orrori – del passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.