I bambini di Stazzema

stazzemaUn’immagine vale a volte più di mille parole. E i volti, gli sguardi e gli occhi dei superstiti di Sant’Anna di Stazzema, dove il 12 agosto 1944 i nazisti trucidarono 560 persone (tra cui molti anziani, donne e bambini), possono ancora insegnare molto, con il dolore di chi ha visto e si porta il peso ancora dentro. Oliviero Toscani si è prestato questa volta a un’iniziativa di grande valore storico, ritraendo i volti dei sopravvissuti, di chi c’era e ha portato addosso per tutta la vita il fardello straziante di quei giorni. La mostra “I bambini ricordano” su uno dei più gravi eccidi nazisti compiuti nel nostro paese durante la seconda guerra mondiale resterà visitabile fino al 15 febbraio nel palazzo comunale di Sant’Anna di Stazzema, in provincia di Lucca.

Un commento su “I bambini di Stazzema”

  1. complimenti mitch era tanto che non avevo un atimo per visitare il tuo blog e devo dire che mi è molto piaciuto. E poi ho lettocose che non sapevo.
    Grande!
    Vai avanti così

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.