Giuseppe Impastato, 9 maggio 1978

I funerali di Peppino Impastato ucciso dalla Mafia il 9 maggio del 1978. Trent’anni fa. I servizi segreti – è ormai dimostrato – depistarono le indagini. Giornalista e militante di Democrazia proletaria, Peppino faceva parte di una potente famiglia mafiosa del palermitano ma si ribellò, denunciò, fece i nomi dai microfoni di Radio Aut. In suo nome sono in corso a Cinisi, vicino Palermo, tre giorni di Forum sociale antimafia.

3 commenti su “Giuseppe Impastato, 9 maggio 1978”

  1. Scrisse Andrè Gide : “Ci sono cose più importanti di me stesso……l’umanità,il suo destino,la sua cultura”. Peppino Impastato lo ha dimostrato offrendo tutta la sua breve vita alla Verità.Spetta ai giovani adesso raccoglierne l’eredità,sono loro ad avere in mano le chiavi del futuro .Il nuovo può essere creato solo dal potere e dalla passione dei giovani, di tutti quei ragazzi che hanno la capacità di costruire le basi di una solidarietà diffusa e di essere protagonisti del loro tempo. Noi adulti abbiamo il dovere di sostenerli e incoraggiarli a proseguire verso questa via di trasformazione e crescita.Peppino Impastato ancora adesso prosegue ciò che aveva iniziato in quel brevissimo istante in cui è vissuto
    Graziella

    Graziella

  2. ho guardato i cento passi , e poi ho pianto…il mio pianto nn era materiale era un pianto che sentivo … e cosi piansi anch io ….peppino che uomo …io ho 24 anni e la politica mi puzza da mafia pure quella … forse nn ne capisco tanto …forse sono troppo attratto da questa grande persona come peppino … ma chi e che ha le palle di andare fuori e urlare cio che e giusto …. la mafia e un tumore che tutt oggi colpisce nell invisibilita…aiutiamoci a vivere … faccio un appello a tutti i giovani come me che sono stufi di quest italia …….faccio un appello a tutti gli stronzi che godono in quello che gli altri faticano…..domani sveglia alle 5 e su via fino alla fine …. buon giorno italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.