L’Italia sognata da Licio Gelli

frasegelli2

Una Repubblica non fondata “sul lavoro”, ma sui mezzi di comunicazione di massa. La separazione delle carriere in magistratura. L’uso dei militari per il progressivo controllo del territorio. Sono le tre linee guida tracciate negli anni ’80 dal Piano di rinascita democratica della Loggia P2 del “venerabile” Licio Gelli e ormai portate a concreta realizzazione dal suo brillante allievo, Silvio Berlusconi. Una “profezia”, quella che si sta avverando grazie all’opera dell’uomo della provvidenza, che è stata ottimamente ricostruita da Antonella Beccaria in un libro mandato in libreria in questi giorni dall’editore Socialmente. Si chiama “Il programma di Licio Gelli – Una profezia avverata” e racconta la genesi di alcuni tra i principali misfatti italiani contemporanei tirando le fila dei fatti accaduti prima e dopo la P2. Beccaria è una giornalista già autrice di numerose altre inchieste sui misteri italiani. “Xanaan” è il suo blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.