La pace in Irlanda appartiene anche a Ted

kennedyadams

Edward “Ted” Kennedy, morto ieri a 77 anni, ha avuto un ruolo importante anche negli anni cruciali del processo di pace anglo-irlandese. Da sempre guardato con sospetto, quando non con odio, dagli inglesi e dagli unionisti dell’Ulster per il suo presunto sostegno finanziario nei confronti dell’I.R.A., l’ultimo grande vecchio della più famosa famiglia di irlandesi d’America non aveva mai fatto mistero delle sue simpatie politiche e aveva sempre creduto fermamente, fin dai primi anni ‘70, nella necessità di un ritiro dei contingenti militari britannici dall’Irlanda del Nord. Ma fu durante l’amministrazione Clinton che l’anziano senatore democratico spese fino in fondo tutta l’influenza politica del suo clan familiare, convincendo il presidente statunitense a far cessare la pluridecennale scomunica nei confronti del Sinn Fein e contribuendo a far finalmente accogliere Gerry Adams negli Stati Uniti. Un viaggio che durò un paio di settimane, quello di Adams nel settembre 1994, e che fu all’epoca contrastato con durezza dal Dipartimento di Stato di Washington, dall’Fbi e da gran parte dei politici statunitensi, oltre che dal governo di Londra. Il lasciapassare di Clinton alla fine arrivò, grazie anche al decisivo consiglio di Kennedy. Per l’I.R.A., da pochi giorni impegnata nel primo, difficile cessate il fuoco, si trattò di un passaggio politico importantissimo sulla strada della fine del conflitto armato.
RM

2 commenti su “La pace in Irlanda appartiene anche a Ted”

  1. Ciao Riccardo
    innanzitutto grazie del messaggio sul mio blog.
    Sperduta nel Burren sono venuta a conoscenza solo questa mattina e per caso della morte di Ted.
    Impossibile rimanere indifferenti dinnanzi alla fine della ‘leggenda Kennedy’
    A presto
    Sara

  2. Luci ed ombre come in tutte le vite umane…ma di sicuro tutti noi gli dobbiamo essere gratito per il grande sostegno che ha dato alla causa del popolo irlandese .
    ciao
    PS Un kennedy al nostro Convegno???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.