I tagli all’Ici? Li pagano le donne vittime di violenza

Chi nutrisse ancora dubbi circa la sensibilità di questo governo nei confronti dei problemi sociali del nostro paese, adesso può finalmente chiarirsi le idee. Il decreto fiscale varato dall’esecutivo per coprire la detassazione dell’ICI prevede alcune decine di “colpi di forbice”, tra cui ben 20 milioni di euro di tagli al Fondo contro la violenza alle donne. Ovvero: molti meno soldi ai centri antiviolenza che in Italia si occupano di dare protezione e un tetto a donne sole, ragazze-madri maltrattate, con bambini piccoli. I numeri dicono che in Italia ci sono 14 milioni di donne vittime di violenza di cui ben tre milioni tra le mura domestiche. E come se non bastasse, nel decreto ci sono anche altre simpatiche novità, sotto forma di tagli a fondi già stanziati, dal trasporto locale a quello per l’occupazione (165 milioni), dall’ammodernamento delle rete idrica nazionale a quello dedicato al recupero dei centri storici. Ma il taglio dell’ICI è una misura troppo popolare per perdersi dietro a questi dettagli…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.